Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

A conclusione dell’Accordo di Programma Quadro (APQ) per i Paesi della sponda sud del Mediterraneo – linea 2.4 Dialogo e Cultura, venerdì 8 aprile 2011 (ore 9.30/13.00)  presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Bari (Aula Consiglio), focus aperto sulle azioni per uno sviluppo sostenibile dell’Oasi di Siwa, in Egitto, nell’ambito del Progetto Integrato Diarcheo – “La valorizzazione del patrimonio archeologico come veicolo per il dialogo interculturale”.


Nel convegno "Oasi di Siwa: Azioni per lo sviluppo sostenibile" si presenteranno i risultati di un intenso lavoro coordinato dalla Regione Puglia – Assessorato al Mediterraneo attraverso i soggetti attuatori, InnovaPuglia Spa e Politecnico di Bari - Dipartimento ICAR, con la collaborazione della Regione Molise, dell’Unione delle Università Mediterranee e di soggetti tecnici coinvolti nel territorio egiziano.

Aprirà i lavori Silvia Godelli, Assessore al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia, insieme a Claudio D’Amato Guerrieri, Preside della Facoltà di Architettura del Politecnico di Bari, Francesco Saponaro, Direttore generale di Innovapuglia Spa, Luigi Manfra dell’UNIMED. A seguire la presentazione dell’APQ Mediterraneo da parte di Antonio Verrico – Ministero dello Sviluppo Economico. A Vito Amoruso, RUP del progetto Diarcheo, del Servizio Mediterraneo della Regione Puglia e Daniela Mazzucca, project Leader di Diarcheo, di InnovaPuglia, il compito di illustrare il Progetto Integrato Diarcheo ed il Sub-Progetto Siwa insieme al Direttore del Dipartimento ICAR del Politecnico di Bari, Attilio Petruccioli.

Nel dettaglio, poi, ogni passo compiuto nello svolgimento dei lavori in loco, dal piano di intervento alle attività di restauro, fino all’analisi di fattività economica ed alla realizzazione del sito web Siwa-oasis.it. A tal proposito interverranno: Calogero Montalbano e Giacomo Martines (Dipartimento ICAR Politecnico di Bari), Valerio Tuccini (UNIMED), Ettore Foggetti (Innovapuglia Spa). Un contributo alla discussione verrà da Osama Al Gohary (Direttore Al Thurat-Riyadh:Desert Eritage in Saudi Arabia).

Il Progetto Integrato Diarcheo, che ha avuto inizio effettivo nel 2009, ha operato su più fronti, da quello del recupero delle tecniche tradizionali di costruzione dell’abitato di Siwa alla valorizzazione attraverso strumenti multimediali e tecnologici del patrimonio culturale per fini turistici, fino all’elaborazione di un piano di gestione socio economica del’oasi (Diarcheo.archinauti.it).

 

 

Redazione Europuglia