Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Programma   Programma di Sostegno alla Cooperazione Regionale
Asse   APQ Paesi dei Balcani occidentali
Misura   Linea 2.4 Dialogo e Cultura
Titolo progetto   Infrastrutture culturali e Territori
Acronimo   ICT
Leader partner   Regione Puglia – Assessorato al Mediterraneo
Partner italiani   Regioni: Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Marche, Puglia, Umbria, Veneto e Sicilia
Partner esteri   Albania, Bosnia, Macedonia, Montenegro e Serbia
Sintesi del progetto  

Obiettivi:
1 Accrescere le competenze, le capacità organizzative e gestionali e le capacità di cooperazione istituzionale delle regioni nell’ambito della cooperazione decentrata con riferimento ai nuovi strumenti comunitari di cooperazione;
2 Favorire l’integrazione dell’infrastruttura balcanica con l’infrastruttura culturale delle regioni italiane aderenti al sottoprogetto ICT.

Sub progetti previsti:
1) “FUTUROCONTEMPORANEO” – Materiali, metodi e memorie per la conservazione delle arti del XX° e del XXI° secolo; 2) “MUSA” – Monitoraggio micro-climatico nei musei dei Balcani;3) “EDUCAZIONE, SCUOLA E MUSEI” – Il Museo entra in classe; 4) “SANTI SULL’ADRIATICO” –Mostra Iconografica; 5) “Residenze d’Artista” – Animazione culturale giovani attori; 6) “VATRA” –
Dialogo interculturale tra Italia e Balcani.

Attività:
1. Seminari formativi 2. Trasferimento e condivisione di know how nella gestione centralizzata di sistemi di monitoraggio dei micro climi museali e nella progettazione e valutazione di unità didattiche erogabili , in videoconferenza, dai musei a scolaresche 3. Realizzazione di una mostra temporanea esemplare 4. Realizzazione di un catalogo digitale dei fondi librari albanologici e la contestuale attivazione delle Scuole Estive Internazionali di Albanistica e Balcanistica 5.Iniziativa di animazione culturale per promuovere la conoscenza nei Balcani e in Italia di giovani attori italiani e balcanici.

Risultati:
- facilitare l’attivazione di rapporti strutturati tra il sistema museale dell’arte contemporanea balcanica e la filiera dell’arte contemporanea italiana in particolare sui temi della gestione dei microclimi, delle tecniche di conservazione e della didattica dell’arte a distanza;
- facilitare la costituzione di un network di musei che promuovano una comune “cultura adriatica”
- promuovere il dialogo e l’interculturalità attraverso la condivisione di risorse culturali in rete, la partecipazione a momenti formativi interculturali e lo scambio di artisti e di attori

Settori di intervento   Dialogo culturale
Budget di progetto   € 1.380.275,00 (Fondi FAS + cof. Regioni € 180.383,80)
Quota Regione Puglia   € 60.000,00
Inizio/fine progetto   ottobre 2007 – aprile 2011
Referente per la Puglia   Dott. Mauro Paolo BRUNO – Dirigente “Ufficio Cooperazione Interregionale”