Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Il Programma INTERREG III B ARCHIMED è stato approvato il 3 marzo 2003 con Decisione della Commissione Europea n. C (2003) 117 modificata il 13 Dicembre 2004 dalla Decisione della Commissione Europea n, C (2004) 5056 subito dopo l’ingresso nell’Unione Europea dei due Stati Membri partecipanti al Programma, Malta e Cipro.

Il programma costituisce la continuazione del progetto pilota tra Grecia e Italia, implementato nel periodo 1997-1999, nell’ambito di applicazione dei modelli di azioni innovative riferite all’art. 10 del FESR. L’obiettivo generale è di migliorare l’integrazione dell’area Sud-est del Mediterraneo e si articola in tre obiettivi strategici:

1. Pianificazione territoriale a livello transnazionale al fine di promuovere lo sviluppo policentrico e sostenibile;
2. Migliore accesso ai trasporti e reti energetiche europee e alla società dell’informazione;
3. Promozione e conservazione del patrimonio naturale, culturale ed ambientale.

Il Programma è finanziato dal FESR e copre un’ampia area geografica del Sud-est Europeo ed il bacino del Mediterraneo.

Le aree ammissibili al Programma possono essere divise nelle seguenti due sub-aree geografiche:

  • Stati Membri dell’Unione Europea comprendenti la Grecia (intero Paese), Malta (intero Paese), Cipro (intero Paese) e le seguenti cinque regioni dell'Italia meridionale: Sicilia, Calabria, Basilicata, Puglia e Campania.
  • Paesi Terzi quali: Turchia, Libano, Siria, Israele, Giordania, Egitto e Autorità Palestinese.

Ha una dotazione finanziaria totale di  € 119.578.164,00.