Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Il progetto si pone l'obiettivo generale di promuovere la cultura dell'inviolabilià dei corpi e dei diritti delle donne. All'interno di un modello di riferimento di accoglienza e presa in carico, l'intervento si pone i seguenti obiettivi specifici:1. Creazione di un centro antiviolenza e di accoglienza italo-albanese per donne vittime di violenza e tratta a scopo di sfruttamento sessuale e/o lavorativo provenienti dall'Albania o in transito in Albania. Emersione del fenomeno 3. Accoglienza e sostegno alle donne vittime di violenza e di tratta a scopo di sfruttamento sessuale e/o lavorativo


Nome progetto
  Centro antiviolenza italo-albanese
Programma
  Interreg/Cards III A Italia-Albania
Asse
  I Trasporti, comunicazione e sicurezza
Misura
  1.2 Sicurezza
Azione
  2):Progetti per attivià preventive ed educative per immigrati Sottoazione 2.1- Adeguamento strutturale e funzionale
Acronimo
  C.A.I.A.
Capofila
  Provincia di Lecce
Aree geografiche di intervento
  Albania, Italia, 
Soggetti partner nei paesi esteri
  Centro antiviolenza Vatra, Qendra psikosociale di Valona, Associazione Center for Legal and Civic Iniziatives di Tirana
Area tematica di intervento
  Trasporti, infrastrutture e sicurezza
Durata del progetto
  12 mesi
FESR
  € 75.000
Stato
  € 52.500
Regione
  € 22.500,00
Dimensione finanziaria
  € 150.000,00
Stato di attuazione
  Concluso

Documenti
 Brochure

Immagini
 Foto