Main content

Alert message

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

L’Unione Europea rinvia a ottobre prossimo l’inizio del dialogo di adesione per Albania e Nord Macedonia. Il commissario europeo per l’allargamento dell’UE, Johannes Hahn, ha dichiarato in questo senso che alcuni paesi come l’Olanda, la Danimarca, la Francia e la Germania hanno chiesto più tempo per valutare la relazione sui progressi dei due paesi effettuato dalla Commissione Europea, che lo scorso 29 maggio aveva dato il proprio ok per l’apertura dei negoziati.

"Ma tutti gli Stati membri hanno confermato che l'integrazione UE dei Balcani occidentali è un investimento strategico in democrazia, prosperità, sicurezza e stabilità in Europa", ha precisato Hahn dicendosi quindi "fiducioso" sul fatto che l'UE prenderà una decisione positiva nell'ottobre 2019.

Dell'avvio dei negoziati di adesione per Skopje e Tirana si è parlato nei giorni scorsi a Lussemburgo, durante una riunione dei ministri esteri dei paesi dell’UE. La decisione del rinvio della decisione finale, ad ogni modo, viene considerata dal premier albanese Rama “una notizia più che positiva che arriva dall’Europa”.