Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

La Puglia entra nel vivo della Programmazione Territoriale Europea 2014-2020 con un evento di presentazione, organizzato a Bari, dalla Sezione Mediterraneo della Regione Puglia nella cornice degli Open Days 2015.

“La cooperazione territoriale rappresenta una delle rotte attraverso cui passa lo sviluppo di un territorio”. Così Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia ha dato avvio ai lavori della Conferenza, sottolineando che “La cooperazione garantisce il finanziamento di progetti di collaborazione e di investimento congiunto fra stakeholder diversi, tra cui ministeri ed enti locali, università e centri di ricerca, agenzie, imprese e altri soggetti del partenariato economico- sociale, in quelle tematiche che vanno oltre i confini nazionali”.

Presente anche Ivana Sacco del Dipartimento per le Politiche di Coesione – Presidenza del Consiglio dei Ministri  e Manuela Passos, Rappresentante della Commissione Europea per il Programma Grecia Italia  che ha annunciato l’approvazione formale di due importanti Programmi in cui la Puglia è protagonista: il Programma Grecia-Italia 2014-2020 e il Programma Italia-Albania-Montenegro.

Alessandro Napoli - Coordinatore del Segretariato Tecnico Congiunto Programma Grecia -Italia, ha illustrato i risultati del Programma di Cooperazione Grecia-Italia 2007/2013  e l’analisi dell’impatto sui territori coinvolti nella cooperazione bilaterale tra la Puglia e le regioni costiere della Grecia. 

Fulcro della giornata è stata la presentazione dei quattro programmi di Cooperazione Territoriale 2014-2020 che coinvolgono la Puglia nell’area adriatica e che prevedono oltre 500 milioni di euro disponibili per partenariati internazionali.

Katia Sagona del Ministero greco dell’Economia, Sviluppo e Turismo - Struttura Autorità di Gestione – ha parlato del nuovo Interreg “Grecia-Italia”, con una dotazione di 123 milioni di euro e il cui Segretariato Tecnico sarà localizzato a Bari ed opererà in stretta collaborazione con la Regione Puglia. Una sfida inedita e complessa per la Sezione Mediterraneo che, nel corso degli ultimi anni, ha maturato una significativa esperienza nella gestione delle relazioni internazionali.

Lodovico Gherardi, della Regione Emilia Romagna - Struttura Autorità di Gestione ha presentato l’Interreg transnazionale “Adriatico-Ionio” (ADRION), direttamente collegato alla Strategia Macro Regionale Adriatico-– Ionica e il Programma Italia-Croazia. 

Claudio Polignano, della Sezione Mediterraneo della Regione Puglia, ha illustrato le caratteristiche dell’ Interreg IPA IIItalia-Albania-Montenegro”, per il quale la Regione Puglia  avrà l’importante ruolo di Autorità di Gestione.

Nicola Brignani, co-autore dello studio commissionato dal Parlamento Europeo “Il nuovo ruolo delle Macroregioni nella Cooperazione Territoriale Europea”, ha sottolineato che la Cooperazione territoriale rappresenta la cornice naturale in cui gli indirizzi strategici delineati in EUSAIR (Strategia Macro- regionale Adriatico –Ionico) possono trovare concreta realizzazione.

“Tutti i programmi devono essere allineati  e integrati rispetto alla Strategia Adriatico Ionica”-  ha commentato Anna Maria Curcuruto, Assessore alla Pianificazione Territoriale della Regione Puglia, intervenuta durante i lavori.

Domenico Laforgia, Direttore del Dipartimento Sviluppo Economico, Innovazione, Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Puglia ha assicurato il massimo impegno del proprio Dipartimento per seguire progettazioni concrete ed efficaci per lo sviluppo del territorio regionale, e coordinarne la gestione operativa, in sinergia con i fondi strutturali regionali.

Ha moderato i lavori Bernardo Notarangelo che ha presentato le novità del sito europuglia.it ed ha annunciato l’avvio di cantieri di progettazione, come metodologia per la costruzione dei partenariati, necessari per la presentazione di progetti finanziabili.