Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Sostenibilità, foodsharing, nuove economie del recupero, innovazione sociale, contrasto allo spreco alimentare. Sono i temi al centro del ciclo di incontri promossi da Regione Puglia e ARTI – Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione, in collaborazione con Legacoop e Politecnico di Bari, che si sono svolti a Brindisi il 20 giugno, ad Andria il 21, a Lecce il 24, a Foggia il 25 e a Bari il 26, nell’ambito del progetto InnoNets – Innovative Networks for the Agrifood sector.

Il progetto, finanziato nell’ambito del programma europeo di cooperazione territoriale Interreg V-A Grecia-Italia e che terminerà ad aprile 2020, mira a favorire la cooperazione territoriale fra la Regione Puglia e la Regione delle Isole Ionie (in Grecia) nel settore agroalimentare, attraverso processi di facilitazione dell’innovazione a favore delle piccole e medie imprese, perseguiti attraverso l’attivazione di living labs tematici che coinvolgano le organizzazioni di ricerca, le imprese, gli enti di governo del territorio e la società civile.

Uno dei temi cardine di InnoNets è il contrasto allo spreco alimentare, che in Italia vale quasi 16 miliardi di euro all’anno, circa l’1% del PIL. Lo sperpero di cibo non avviene esclusivamente nelle grandi catene dei supermercati, come erroneamente si pensa, ma soprattutto in casa (tra il 60% e 70% del totale). Per limitare il fenomeno, dal 14 settembre del 2016 è entrata in vigore la legge 166/2016, la cosiddetta norma “antisprechi”, la cui prima firmataria è stata l’onorevole Maria Chiara Gadda. La stessa legge è stata poi recepita per prima dalla Regione Puglia con la Legge regionale del 18 maggio 2017, n. 13.

Il roadshow, appena concluso, è stata suddiviso in: sessioni mattutine, a cui hanno partecipato la Regione Puglia – Sezione Ricerca, Innovazione e Capacità istituzionale e Sezione Inclusione sociale attiva e innovazione delle reti sociali, e ARTI, che ha illustrato il progetto InnoNets e le sue opportunità, insieme a Legacoop Puglia; sessioni pomeridiane dedicate alle testimonianze di comunità locali, associazioni o enti che quotidianamente si occupano di recupero e redistribuzione delle risorse.

Prossimi eventi:

  • Workshop Tema dell’economia circolare e della lotta allo spreco alimentare 

5 luglio - Taranto

8 luglio - Foggia 

  • Workshop sul tema dell’innovazione nelle pmi dell’agricoltura

10 luglio - Lecce (Conservatorio Sant’Anna)

  • Workshop sul tema delle città e isole sostenibili

11 luglio - Brindisi (Palazzo Granafei Nervegna)