Main content

Alert message

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

È partito, nei giorni scorsi, START, il programma di incubazione per le 25 start-up creative pugliesi, selezionate nell'ambito del progetto Traces, finanziato dal Programma Interreg V-A Grecia-Italia 2014-2020. 

Un ciclo di incontri sotto la guida di mentor esperti in modalità digitale ed in presenza nei 5 Local Atelier pugliesi per acquisire nozioni, best practice e tool necessari per perfezionare le idee imprenditoriali dei giovani creativi pugliesi ed essere pronti a presentarle a potenziali investitori per entrare nel mercato.

I cinque atelier coinvolti sono:

- Ammostro APS per la provincia di Taranto

- CETMA per la provincia di Brindisi

- CoWorking SMART LAB per la provincia di Foggia

- Impact Hub srl per le province di Bari-Bat

- Officine Cantelmo-Molo12 per la provincia di Lecce.

Tra i temi principali trattati durante la formazione per le giovani imprese sono la Value Proposition Canvas e Business Model Canvas, l'analisi del marcato e il rischio di impresa, la tutela e il brevetto dell'idea.

Le 25 start-up che stanno usufruendo del programma di incubazione presso i Local Atelier, sono state selezionate a seguito della call “Giovani Creativi Crescono”, di cui di seguito si propongono gli esiti.

Il progetto Traces

Il progetto Traces - “TRansnational Accelerator for a Cultural and Creative EcoSystem” ha l’obiettivo di promuovere l’imprenditorialità creativa e la crescita delle imprese culturali e creative come motori dello sviluppo locale, inclusivo e sostenibile, in Puglia e Grecia, attraverso la creazione di un acceleratore cross-frontaliero diffuso a supporto dei processi di incubazione di queste imprese. Lead partner del progetto è l’Università del Salento-Dipartimento di Scienze dell’Economia, gli altri partner sono: Tecnopolis Parco Scientifico Tecnologico di Bari e il Distretto Produttivo Puglia Creativa, l’Associazione Ellenica di Management e la Camera di Commercio di Achaia. Sono partner associati: ENCATC – European Network on Cultural Management and Policy e Fondazione per la Finanza Etica.